Modi Indefiniti: INFINITO, PARTICIPIO e GERUNDIO in spagnolo

In questa lezione studieremo i modi indefiniti dei verbi in spagnolo. In altre parole, impareremo a formare e usare l’infinito, il participio e il gerundio in spagnolo. Siete pronti?

Youtube BurbujaDELEspañol Facebook BurbujaDELEspañol Instagram BurbujaDELEspañol Pinterest BurbujaDELEspañol

I modi indefiniti dei verbi in spagnolo

A cosa mi riferisco quando parlo di modi indefiniti? Mi riferisco all’infinito, al participio e al gerundio. Vediamoli uno a uno.

  1. INFINITO

Lo conosciamo molto bene, è la forma base dei verbi. Ripassiamo come si forma: abbiamo tre diverse desinenze in base alla coniugazione. I verbi di prima coniugazione terminano in –AR (es. hablar); i verbi di seconda coniugazione terminano in –ER (es. comer); i verbi di terza coniugazione terminano in –IR (es. vivir). Questo è l’infinito ed è molto semplice da imparare.

  1. PARTICIPIO

Il participio, che come l’infinito già conosciamo, dato che lo abbiamo studiato assieme ai tempi composti dei verbi, come per esempio il pretérito perfecto.

Ma se sto parlando del participio, perché allora parlo di tempi composti? Perché i tempi verbali composti in spagnolo si formano sempre con un verbo ausiliare (il verbo HABER) e un participio. Come si forma il participio? È molto semplice: per i verbi di prima coniugazione sostituisco la desinenza –AR (cantar) con la desinenza –ADO (cantado); per i verbi di seconda e terza coniugazione sostituisco le desinenze dell’infinito –ER e –IR (comer, vivir) con la desinenza –IDO (comido, vivido).

Tuttavia, ricordatevi che esistono alcuni participi irregolari. Vediamo quali sono, così che non vi possiate confondere:

escribir  >  escrito
hacer  >  hecho
decir  >  dicho
poner > puesto
volver > vuelto
morir > muerto
abrir > abierto
cubrir > cubierto
ver > visto
romper > roto

Ecco i participi irregolari.

Ricordate: quando si ha un verbo che si forma a partire da un altro verbo, che fa parte del gruppo di quelli che hanno il participio irregolare, anche il participio di questo verbo sarà irregolare.

Per esempio, se ho il verbo CUBRIR – il cui participio è CUBIERTO –, allora anche il participio del verbo DESCUBRIR sarà DESCUBIERTO.

  1. GERUNDIO

Come si forma il gerundio? È molto semplice. Il gerundio dei verbi di prima coniugazione si forma sostituendo la desinenza –AR con la desinenza –ANDO. Per cui: hablar > hablando.
Il gerundio dei verbi di seconda e terza coniugazione si forma sostituendo la desinenza –ER o –IR con la desinenza –IENDO. Per esempio: comer > comiendo o vivir > viviendo.

Tuttavia, anche il gerundio presenta delle eccezioni. Sono molto semplici, poiché assomigliano molto a quelle del presente indicativo. Infatti, i verbi di terza coniugazione (–IR) che al presente indicativo hanno un cambio vocalico hanno anche un gerundio irregolare (vi ricordate il cambio vocalico?)

Per esempio, il verbo pedir – che al presente è pido, con la i – al gerundio è pidiendo e subisce quindi un cambio vocalico anche al gerundio. Lo stesso vale per il verbo sentir – che al presente è siento (con il cambio vocalico da -e- a –ie-) – e che al gerundio diventa sintiendo, con la i.

In pratica, tutti i verbi di terza coniugazione che hanno un cambio vocalico al presente indicativo ne subiscono uno (solo con la i) anche al gerundio. Inoltre, i verbi che hanno una -o- alla radice (dormir, morir) avranno una -u- al gerundio (durmiendo, muriendo).

Un ultimo appunto va fatto sul verbo poder. È di seconda coniugazione, ma ha il gerundio irregolare: pudiendo.

Come ultimissima cosa, ecco un’altra piccola irregolarità: i verbi di seconda e terza coniugazione che davanti alla desinenza hanno una vocale. Verbi come, per esempio, LEER, CAER e CREER formano il gerundio sempre con la stessa desinenza –IENDO, ma la i della desinenza si trasforma in y: di conseguenza, il gerundio del verbo leer non sarà LEIENDO, bensì leyendo; quello di caer, cayendo; quello di creer, creyendo. E il gerundio del verbo ir? Il gerundio del verbo ir è yendo.

Abbiamo terminato di spiegare i tre modi indefiniti che abbiamo in spagnolo: l’infinito, il participio e il gerundio. Adesso sapete come si formano e tutte le loro eccezioni.

Ci vediamo alla prossima lezione de la BurbujaDELEspañol, non dimenticate di guardare anche la nostra lezione su POR e PARA: è molto importante e utile!

Hai appreso i contenuti di questa lezione? Prova a fare gli esercizi!

Rispondi