Gli INTERROGATIVI e i suoi USI Speciali in spagnolo

    In questa lezione parleremo degli interrogativi, vedremo quali sono i principali, a cosa servono e soprattutto i loro usi speciali.

    Quali sono gli interrogativi principali?

    • Quién/Quiénes (Chi)
    • Cuál/Cuáles (Quale/Quali)
    • Qué (Che)
    • Cuándo (Quando)
    • Cómo (Come)
    • Dónde (Dove)
    • Por qué (Perché)
    • Para qué (A cosa/Per cosa)

    La loro funzione è principalmente quella di chiedere informazioni. Possiamo riferirci a persone con «quién/quiénes» («chi»), a cose con «cuál/cuáles» («quale/quali») o con «qué» («che»), a luoghi con «dónde» («dove») ecc…

    Usi speciali degli interrogativi

    Ciò di cui ci occuperemo ora sono i propri usi speciali, analizzando in quali altri modi si possono usare questi interrogativi.

    Dare suggerimenti

    Gli interrogativi hanno anche altre funzioni, come quella di dare suggerimenti. È il caso di questa struttura:

    ¿POR QUÉ NO + VERBO? (PERCHÉ NON + VERBO?)

    Esempi:

    «¿Por qué no damos un paseo esta tarde?»Perché non facciamo una passeggiata questo pomeriggio?»)

    «¿Por qué no vemos un vídeo de la BurbujaDELEspañol?»Perché non guardiamo un video della BurbujaDELEspañol?»)

    Esprimere recriminazione, sorpresa o rabbia

    È possibile esprimere recriminazione, sorpresa o rabbia utilizzando questa struttura abbastanza speciale:

    ¿INTERROGATIVO + DIABLOS/DEMONIOS + VERBO? (INTERROGATIVO + DIAVOLO/DIAMINE + VERBO?)

    Esempi

    «¿Qué demonios haces aquí?»Che diamine fai qui?»)

    «¿Dónde diablos está Loli?»Dove diavolo è Loli?»)

    Chiedere una spiegazione di fronte ad una situazione che ci causa sorpresa

    È possibile chiedere una spiegazione davanti ad una situazione che ci causa sorpresa utilizzando questa struttura:

    ¿CÓMO ES QUE + VERBO? (COM’È CHE + VERBO?)

    Esempi:

    «¿Cómo es que estás aquí? Yo pensaba que estabas en España.»Com‘è che sei qui? Io pensavo che fossi in Spagna.»)

    «¿Cómo es que se ha terminado la fruta? ¡Si la compré ayer!»Com‘è che è finita la frutta? Se l’ho comprata ieri!»)

    Prenota lezioni online di spagnolo

    Mostrare disaccordo su un’informazione precedente

    ¿CÓMO QUE + INFORMACIÓN? (COM’È CHE + INFORMAZIONE?)

    Esempi:

    «¿Cómo que Loli es muy buena? Para nada, es muy traviesa.»Com‘è che Loli è molto buona? Per niente, è molto cattiva.»)

    «¿Cómo que vas a salir a dar un paseo?»Com‘è che uscirai a fare una passeggiata?»)

    Si può anche omettere il que (che).

    ¿CÓMO + INFORMACIÓN? (COME + INFORMAZIONE?)

    Esempi:

    «¿Cómo vas a suspender el examen con todo lo que has estudiado?»Come verrai bocciato all’esame con tutto quello che hai studiato?»)

    Se l’informazione è negativa utilizzo la stessa struttura ma con il no.

    ¿CÓMO NO/CÓMO QUE NO + INFORMACIÓN? (COME NON/COM’È CHE NON + INFORMAZIONE?)

    Esempi:

    «¿Cómo que no has estudiado?»Com‘è che non hai studiato?»)

    «¿Cómo no vas a aprobar?»Come non verrai promosso?»)

    Spiegare che una domanda precedente è impertinente

    Se riteniamo ovvia la risposta possiamo utilizzare questa costruzione per denotare stupore o rabbia.

    ¿CÓMO QUE + PREGUNTA ANTERIOR? (IN CHE SENSO + DOMANDA PRECEDENTE?)

    Esempi:

    «¿Cómo que cómo se llama mi gatita? Loli, lo sabes perfectamente.»In che senso come si chiama la mia gattina? Loli, lo sai perfettamente.»)

    Tra l’altro, poiché abbiamo già scritto un articolo molto interessante dedicato agli interrogativi, vi lascerò il link affinché lo vediate se ne avete voglia: Gli INTERROGATIVI e gli ESCLAMATIVI in spagnolo

    Rispondi