PERCHÉ SUCCEDE QUESTO con i VERBI in SPAGNOLO? Parliamo del CAMBIO ORTOGRAFICO nell’indicativo

In questa lezione ci occuperemo del presente dell’indicativo, un tempo super importante perché é alla base di quasi tutto lo spagnolo, di tutti i tempi verbali. Questo tempo verbale ha molte irregolarità. Nello specifico, oggi studieremo una di queste che si chiama “CAMBIO ORTOGRAFICO”.

Che cos’è il cambio ortografico?

Il cambio ortografico é una irregolarità che nasce dalla necessità di conservare il suono dell’infinito in tutte le persone del verbo. Ecco perché, per comprendere bene il cambio ortografico nel presente dell’indicativo dobbiamo conoscere molto bene:

– Le desinenze del presente dell’indicativo

– Come funzionano le consonanti e le vocali: le regole ortografiche e di pronuncia nello spagnolo. Questo é il punto principale!

Desinenze del presente dell’indicativo

Andiamo a ricordare per primo le desinenze del presente dell’indicativo:

Prima coniugazione – AR

Seconda coniugazione – ER

Terza coniugazione – IR

ooo
aseses
aee
amosemosimos
áiséisís
anenen

Cambio ortografico-verbo COGER

Il verbo COGER: é importante sapere che questo verbo all’infinito si pronuncia con la “g” forte. Quando coniugo questo verbo che, in teoria non dovrebbe esse irregolare, ma regolare, lo coniugo eliminando la desinenza -ER, e mettendo la radice davanti alle desinenze di seconda coniugazione.

Quando faccio questo, la prima persona diventa così: “COGO”

Come si legge secondo voi questa parola? Giusto! La “G” con la “O” ha una pronuncia diversa, più “dolce”… Però se l’infinito del verbo ha una “g” che se pronuncia “forte”, non posso cambiare questo suono. E che cosa faccio per poterlo pronunciare così?

Ecco che arriva il cambio ortografico! Cambio la “G” con la “J”.

Perciò, i verbi che terminano in -GER o in -GIR, cambiano la “G” con la “J” nella prima persona.

E le altre persone cambiano? NO! Non cambiano perche non é necessario.  É solo la “O” che modifica il suono della “G”.

Andiamo a scrivere tutto il verbo così che sia ben chiaro:

COGER

COJO

COGES

COGE

COGEMOS

COGÉIS

COGEN

Altri verbi che hanno lo stesso cambio: elegir, corregir, etc.

Cambio ortografico-verbo SEGUIR

Il verbo SEGUIR: questo verbo si scrive con una “U” che non si pronuncia. Questa “U” é quella che mi permette di pronunciare la “G” in modo più “dolce”.

Quando lo coniugo, elimino la desinenza -IR, e, se aggiungessi la desinenza del presente diventa “SIGUO” (se lo scrivessi in questo modo, dovrei pronunciare la “U”)

PERÒ, se all’infinito la “U” non si pronuncia, non si pronuncia nemmeno nelle persone del verbo! Per questo, nel caso della prima persona, ELIMINO la “U” per dire SIGO. (LA “U” mi serve solo se voglio pronunciare “gui” o “gue”).

Il verbo per intero sarà così:

SEGUIR

SIGO

SIGUES

SIGUE

SEGUIMOS

SEGUÍS

SIGUEN

Altri verbi che presentano lo stesso cambio ortografico: perseguir, conseguir, etc.

Adesso andiamo a parlare anche delle altre consonanti che ci creno problemi: la “C” e la “Z”.

Cambio ortografico-verbo COCER

Guardate questo verbo: COCER. “Cocer” si scrive con la “C” perché questo suono “ce” (che si produce mettendo la lingua tra i denti) si scrive solo con la “C”, e mai con la “Z”.

Però, quando coniugo questo verbo (che, tra parentesi, é un verbo con cambio vocalico!), per poter mantenere questo suono con la “O” della desinenza della prima persona singolare, devo cambiare la lettera e scrivere “CUEZO”.

(Se scrivessi una “C”, la pronuncia sarebbe diversa)

Il verbo per intero sarà così:

COCER

CUEZO

CUECES

CUECE

COCEMOS

COCÉIS

CUECEN

Come avete visto, tutto dipende dalle regole di pronuncia. Se comunque avete dei dubbi su come si pronunciano queste lettere e su come si pronunciano alcune parole, qui vi lascio il link così per poter andare a vedere il video dove spiego l’ALFABETO e la pronuncia dei suoni in spagnolo.

Hai imparato i contenuti di questa lezione? Prova a fare gli esercizi!

Rispondi